Alfine di sanare l’ormai annosa questione della “piccola mobilità”, Cna Nazionale, attraverso R.ETE Imprese Italia, ha inviato all’INPS una lettera per chiedere il superamento di quella che si ritiene essere una errata interpretazione normativa sia da parte dell’INPS che del Ministero del Lavoro.

Si allega la lettera di R.ETE Imprese Italia.

16/10/2014