task force 2Una task force per agganciare a Expo nuovi mercati „Un’operazione di marketing collettivo per intraprendere collaborazioni con mercati internazionali: in programma incontri con il Kenya, la provincia cinese di Sichuan, Bangladesh, Una task force con l’obiettivo di attivare collaborazioni tra aziende piacentine e mercati internazionali. Un’operazione di marketing collettivo con il fine di soddisfare mercati ampi preparando incontri e avviando contatti – grazie all’evento di Expo – economici importanti. «Questa è l’occasione per presentare la task force – ha dichiarato Francesco Rolleri, presidente della Provincia e coordinatore della task force – creata da Ats per Expo 2015. Si tratta di un gruppo ristretto, di un tavolo operativo.

Ci sono rappresentanti dei soci di Ats per cercare di dare un contributo alla possibilità per le associazioni di cogliere le occasioni che ci vengono presentate da Expo 2015. Vogliamo favorire che i soci vadano a parlare direttamente con le delegazioni straniere. Vogliamo agevolare il contatto: non si tratta di business turistico, ma offrire opportunità nei specifici mercati di riferimento di contattare le istituzioni più importanti».

La task force è composta da Rolleri, Timpano, Cristina Cunico (Camera di Commercio), Fabrizio Malvicini (per Confcooperative, Confagricoltura e Confapi), Maria Angela Spezia (Confindustria), Natalia Tacchini (Cna) e Elisabetta Virtuani e Silvio Ferrari per Ats.

Sono stati individuati alcuni mercati di nicchia: Kenya (8 settembre), Provincia della Cina di Sichuan (22 settembre), Bangladesh (20 settembre), Etiopia (11 settembre).

Si sta pensando inoltre di “agganciare” contatti anche Colombia e Giappone. «È il secondo atto di iniziative del tavolo di internalizzazione su Expo – ha commentato il vicesindaco Francesco Timpano – per mettere in contatto il sistema imprenditoriale piacentino. Si sono già sviluppate delle azioni di incoming che hanno avuto un buon risultato. È un programma che si sta facendo in corsa, sono cose che vengono fuori strada facendo, di settimana in settimana. C’è un lavoro con le associazioni per contattare delegazioni istituzionali». «Siamo a disposizione delle aziende – ha proseguito Rolleri – che vogliono indicare ulteriori nuovi mercati da contattare».

Il Piacenza 24/07/2015